Contattaci per informazioni e preventivi: Tel. +39 0363 992424 | e-mail: info@dlsintered.com

shutterstock_1600971322-1

Vaporizzazione dei prodotti sinterizzati: in cosa consiste?

Scopri cos’è e a cosa serve la vaporizzazione, un passaggio chiave nella creazione di prodotti sinterizzati d’eccellenza.

In cosa consiste la vaporizzazione? Questo processo chimico è importante per migliorare un prodotto sinterizzato e in questo piccolo approfondimento spiegheremo perché. Continua a leggere per saperne di più.

Vaporizzazione: cos’è

La vaporizzazione è un trattamento termochimico che consente di ottenere la chiusura di tutti i pori del prodotto sinterizzato tramite l’utilizzo del vapore, che genera una pellicola di ossido di ferro (la magnetite, il minerale con le più intense proprietà magnetiche esistente in natura) sulla superficie delle componenti trattate conferendo loro un’elevata durezza superficiale senza alterarne la struttura.

Grazie alla sua capacità di infondere proprietà aggiuntive e un più alto grado di qualità al prodotto, oggi la vaporizzazione è considerata uno dei passaggi chiave del processo di sinterizzazione.

Sinterizzazione: a cosa serve la vaporizzazione

Il processo di sinterizzazione è composto da otto fasi: la progettazione e la costruzione degli stampi, la miscelazione, la pressatura, la sinterizzazione vera e propria, la burattatura, la calibratura, la vaporizzazione e infine le lavorazioni meccaniche. Attraverso questo insieme di trattamenti termochimici (non tutti indispensabili), acciaio ed altri materiali vengono lavorati lungo tutte le fasi del processo di sinterizzazione delle polveri per creare prodotti particolarmente resistenti.

In questo scenario, la vaporizzazione è il passaggio che consente di ottenere la speciale patina protettiva che permette al pezzo sinterizzato di resistere a molteplici aggressioni: chiudendo tutte le porosità, infatti, questo speciale trattamento termochimico conferisce al componente diverse proprietà come un’elevata resistenza alla ruggine, un’ottima impermeabilità ai gas, un sensibile aumento della resistenza meccanica e una maggiore resistenza all’usura grazie all’aumentata superficie tribologica.

Sinterizzazione: processo di vaporizzazione e retroscena chimici

Come abbiamo appena accennato, la vaporizzazione fa parte dei trattamenti termochimici caratterizzanti del processo sinterizzazione. A livello tecnico, si tratta di un trattamento termochimico che consiste nel riscaldamento di un componente sinterizzato che viene prima esposto ad una temperatura compresa tra i 450-550°C e poi investito da una corrente di vapore  alla stessa temperatura. È proprio all’interno di questa fascia termica, infatti, che il ferro (Fe) si lega con l’ossigeno (O2) presente nel vapore formano il tetrossido di ferro (Fe3O4: la magnetite).

Grazie a trattamenti termici e termochimici come questo, i prodotti sinterizzati acquisiscono le proprietà che li caratterizzano.

Sinterizzare prodotti eccellenti: scegli il partner giusto

Grazie ad un’esperienza di oltre quarant’anni, DL Sintered è in grado di eseguire tutti i trattamenti termochimici degli acciai e tutte le lavorazioni meccaniche necessarie a produrre particolari sinterizzati caratterizzati d prestazioni eccellenti. Clicca qui per saperne di più.

Articoli correlati

24 Gennaio 2023

Perché scegliere boccole autolubrificanti sinterizzate? Scopri di più sui vantaggi della metallurgia delle polveri per ottenere boccole ad alte prestazioni....

LEGGI
11 Gennaio 2023

I filtri acciaio inox sinterizzati sono la scelta ideale per molteplici applicazioni: scopri tutti i loro vantaggi con un approfondimento...

LEGGI